21 Aprile 2024

Sintomatologia clinica che potrebbe portare ad un intervento di protesi d'anca

La sintomatolgia clinica si presenta quando le superfici articolari diventano irregolari, per cui l’arto interessato assume un atteggiamento in flessione, adduzione ed extrarotazione spesso anche a riposo. Nelle fasi iniziali il paziente riferisce dolore in regione glutea e inguinale, spesso irradiato lungo la coscia fino al ginocchio omolaterale soprattutto quando inizia il movimento, per esempio al mattino. Nelle fasi successive il dolore gradatamente si attenua col movimento per poi ripresentarsi la sera o in caso di eccessivo impegno articolare. Progressivamente l’articolazione tende a perdere la motilità per cui spesso si associa un ipotono-trofismo dei muscoli glutei.

Se non sussistono controindicazioni anestesiologiche il paziente può essere sottoposto ad intervento di protesi d’anca, che non solo elimina il dolore ma permette di risolvere le difficoltà motorie.
Non esiste un'età assoluta o limitazioni di peso per la chirurgia di protesi, le protesi di anca sono state eseguite con successo a tutte le età, dal giovane adolescente con artrite giovanile al paziente anziano con artrosi degenerativa.


Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie